Make your own free website on Tripod.com

FUGA DA ALCATRAZ
La vera biografia di Piedi Irvine
Scritta dal Segretario di Piedi su suggerimenti della Tata.

Questa biografia si presenta divisa in sei sezioni:


1. Momenti salienti
2. Contesto geografico
3. L'infanzia
4. La pubertà
5. L'adolescenza
6. La disgrazia (la maturità)

PROLOGO


Piedi Irvine nasce da una modesta famiglia di tradizionali terroristi irlandesi, viene chiamato così perché le dimensioni delle sue appendici inferiori superano di gran lunga i 30 centimetri di lunghezza già alla nascita, così per bloccarne la crescita gli vengono fasciati i piedi strettissimi fino alla tenera età di 15 anni.

1 MOMENTI SALIENTI

Data l'impossibilità di correlare l'esistenza di un mito ad un preciso contesto storico i riferimenti temporali saranno riferiti con l'età di Piedi.
· A tre mesi Piedi vince il suo primo G.P.
· A quattro mesi il padre viene incarcerato
· A quattro mesi e un giorno Piedi realizza, scappa di casa e si fa adottare da una famiglia di facoltosi proprietari terrieri irlandesi
· A due anni Piedi rompe la sua prima automobile a batterie
· A due anni e un giorno il padre compra una nuova automobile a batterie a Piedi
· A due anni e due giorni Piedi rompe la sua seconda automobile a batterie
· A due anni e tre giorni il padre compra una nuova automobile a batterie a Piedi
· A due anni e quattro giorni Piedi rompe la sua terza automobile a batterie e suo padre gli rompe la faccia
· A sei anni ruba il trattore del padre e lo elabora
· A dodici anni si schianta contro un palo della luce con un motorino rubato e viene incarcerato
· A tredici anni viene rilasciato ed intraprende la sua prima attività commerciale con i russi
· A diciotto anni entra nella leggenda e viene incarcerato
· Dopo sei mesi scappa da alcatraz
· A diciannove anni vince il suo primo campionato
· A vent'anni entra nel mondo di Formula de'
· Il resto è storia

2 CONTESTO GEOGRAFICO
Beh sappiamo tutti dove si trova l'Irlanda…… ogni ulteriore specifica sarebbe inutile!

3 L'INFANZIA
Piedi ebbe un'infanzia abbastanza felice a tre mesi fu portato in Canada dal padre che doveva compiere un attentato, in una pausa del suo estenuante lavoro egli lo portò a vedere il suo primo G.P., durante il quale accadde una cosa alquanto strana: il protagonista della corsa all'ultima curva prima del rettilineo sbanda inspiegabilmente e va a schiantarsi contro il muretto di protezione, davanti alla sua vettura ferma le telecamere inquadrano la carrozzina con dentro Piedi che con aria assatanata andava a vincere il suo primo Gran Premio! Il padre lo aveva spinto in pista!
Dopo un breve processo in pista il padre viene incarcerato e il figlio portato in trionfo e poi rispedito in Irlanda dalla madre, che lo accoglie a braccia aperte, mentre stava preparando una bomba carta.
Dopo un breve periodo passato in attesa del padre incarcerato, Piedi si scoccia e scappa di casa in cerca di nuova gloria e nel suo peregrinare per le campagne incontra quello che sarà il suo padre adottivo: un giovane e ricco proprietario terriero (tale O' Irvine) che lo raccoglie rantolante e decide di tenerlo con sé.
Piedi fin dai primi tempi sviluppa una passione sfrenata per la velocità lanciandosi giù dalla rampa di scale di casa a bordo di un vassoio.
Il padre avrebbe voluto lasciare che il figlio sviluppasse questa sua attitudine liberamente, ma dopo 30 vassoi in argento "bocciati", riempie di botte Piedi e gli compra una Barbie, giocattolo con il quale il bambino flirterà fino all'età di due anni intraprendendo così le sue prime esperienze sessuali.
Quando il padre si accorge che Piedi, invece di diventare un pederasta, cerca di scoparsi la Barbie, gliela requisisce e compra a Piedi la sua prima automobile a batterie.
A questo punto della narrazione si inserisce quella che viene definita "la grande svolta di Piedi Irvine": Piedi giocando con la sua auotmobilina scopre che svoltare facendola derapare la cosa si fa molto più interessata, senonché una derapata intrapresa in uscita dalla sua camera incontra in pieno la ciabatta della madre che stava passando in quell'istante e che capitombola rompendosi una gamba.
Il padre rientrato in casa trova la madre e Piedi piangenti l'una rivolta verso la sua gamba e l'altro accoccolato sulla sua macchinina rotta.
Per fare tacere la madre le dà una botta in testa e la porta in ospedale, mentre per fare tacere Piedi gli compra una nuova macchinina.
Fu a questo punto che il padre di Piedi, uomo dallo spiccato senso degli affari, trova un nuovo modo per fare soldi diventando cavia per la cura di una nuova malattia che sarà poi definita come "orchite da stress".
L'episodio della macchinina si ripete il giorno seguente quando la madre, appena rientrata dall'ospedale, incontra nuovamente l'automobile con la stampella, cade e si rompe un braccio.
Al ritorno del padre la madre piange lacrime disperate, mentre Piedi piange un pianto stranamente sadico.
Al terzo episodio dello stesso tipo il padre rientra dall'ospedale con la madre e scopre Piedi acquattato dietro la porta di camera sua in attesa che scaglia l'automobile in faccia alla povera mamma che si rompe due denti.
A tal punto il padre raccoglie tutte le sue forze e riempie Piedi di botte.
Passeranno alcuni anni prima che Piedi riesca a riprendersi dalla batosta, durante i quali mediterà sul senso della vita.
Falliscono così i suoi primi tentativi di diventare collaudatore.
Gli anni passano tranquilli e felici mentre Piedi rimane incatenato al suo letto e nutrito tramite flebo.
A sei anni viene iscritto a scuola e con i suoi nuovi amici ha una brillante idea durante le sue prime vacanze estive: nottetempo rubano il trattore del padre e lo elaborano: Piedi inizia così la sua carriera di meccanico riuscendo a montare sul trattore un motore da 12.000 cm cubici 36 cilindri 24 valvole turboaspirato recuperato da uno dei missili intercontinentali del padre di un suo amichetto Ivan il russo, che ricoprirà enorme importanza nella vita di Piedi.
Dopo avere lavorato in 20 tutta la notte sul trattore ed avergli allargato i travasi, cambiato il carburatore, ribassato la testata, modificato l'assetto, le gomme e le sospensioni, la loro creatura ha un aspetto veramente soddisfacente: il primo dragster della storia alimentato a nitroglicerina.
Si lasciano soddisfatti e si addormentano sfiniti nei loro lettucci.
Piedi sogna un'officina tutta sua e tutta dorata con milioni di clienti donne (simili alla Barbie) che gli chiedono di cambiare la marmitta alla loro macchina.
Alla mattina il padre si alza, attacca lo spargi letame al trattore e si accinge a concimare i suoi campi, ma alla prima accellerata il mostro parte a tutta velocità passando per il paese ed inondando di merda le abitazioni dei vicini, cosa che riuscì a dare alle loro colazioni pronte in tavola un aspetto poco appetitoso.
Il padre di piedi Irvine fu ritrovato 160 Km più avanti sulla statale 12 in direzione Dublino sul suo trattore in preda ad un attacco di panico terribile.
Si narra che al momento del ritrovamento stesse blaterando qualcosa come "I marziani……. No la Madonna…. Non lo so…..".
Comunque si sa per certo che nella sua folle corsa il trattore travolse 27 pecore (di cui una fu trovata con un braccetto di una sospensione nel culo), 13 vacche ben pasciute (che dopo avere perso il latte vagarono per l'Irlanda predicando la pace nel mondo), 2 vecchiette, un autobus, 48 alberi e aveva causato due casi di colite spastica e tre infarti.
Il padre di Piedi fu ricoverato alla neuro di urgenza, ma in un momento di lucidità (poca), affidò a Piedi la cura della fattoria.
Piedi era l'unico che riusciva a pilotare il trattore e passò alla storia come il più veloce concimatore d'Irlanda ed entrò anche nel guinness dei primati: 22 secondi per seminare 3 ettari di terreni 12 secondi e tre decimi per dissodarlo, 32 per concimarlo e 11 secondi per fare il raccolto.
Nel tempo che gli rimaneva (ed era tanto) Piedi aveva elaborato anche la motofalciatrice, il camioncino, la macchina e la motosega del padre e fu così che il povero genitore venne ricoverato alla neuro ogni qualvolta ne usciva e tornava a casa.
Piedi crebbe così senza la guida sicura di una figura paterna.

4 LA PUBERTA'
Piedi è diventato un giovane teppista e si sollazza scorrazzando per il paesino beato e felice.
Un giorno decide con il suo grande amico Ivan di abbandonare l'elaborazione delle quattroruote e di provare con i motocicli.
Per fare pratica rubano un motorino e lo elaborano in ogni sua parte, ma al momento della partenza scoprono che nessuno dei due sa andare neanche in bicicletta, allora per ovviare i problemi di stabilità decidono di applicare due sci laterali al nuovo mezzo.
Durante la sua folle corsa Piedi incappa in una pozzanghera e scopre che il motorino non affonda nell'acqua facendo aderire le ruote sull'asfalto, ma galleggia creando l'effetto acquascinautico-planning, il che stravolge il già precario equilibrio del mezzo che si accascia lateralmente.
Piedi striscerà di faccia con odore di cotoletta che frigge per 12 Km andando a sbattere sul palo vicino al quale si era fermato suo padre col trattore abbattendolo e provocando un rumore simile ad un bang sonico.
Tornato a casa riuscirà a prenderle dal padrone del motorino, che lo farà arrestare, e da suo padre incazzato come un toro.
In riformatorio Piedi passerà tutto un anno a dotare le porte dell'edificio di apriporta automatici.
Erano apriporta bellissimi e velocissimi dotati di fotocellule. Il problema stava nel fatto che le porte non erano scorrevoli e molti tentarono di passare dal verso sbagliato con conseguente rottura del setto nasale per le porte che gli sbattevano in faccia aprendosi alla velocità di 120 km/h.
Tale problema fu ovviato dopo il rilascio di Piedi adottando un sistema di apertura a comando vocale con parola d'ordine "Arrivooooooo!!!!".
Fuori dal riformatorio Piedi intraprende un'attività commerciale di import-export con Ivan il russo e suo padre. In un primo momento Piedi non capiva cosa fossero tutti quegli strani pezzi di ferro ben torniti che doveva portare a casa della gente per poi ritirare i soldi, ma poi si ricorda che li usava anche suo padre. A questo punto, realizzate le potenzialità del prodotto, Piedi comincia a prendere contatti politici e riesce a liberalizzarne il commercio in: Stati Uniti, Canada, Ruanda, Tailandia, Jugoslavia e Stato Pontificio, senza però rinunciare alla vendita diretta porta a porta in Irlanda, dove organizza anche dimostrazioni pratiche della funzionalità dei suoi prodotti a puro scopo pubblicitario in stazioni della metropolitana e altri luoghi pubblici con molto afflusso di persone, avendo parecchio successo.
Gli anni passano tranquilli in casa O' Irvine, fino a quando Piedi un giorno non si copre di brufoli.

5. L'ADOLESCENZA
Questa fase Piedi la vive in un primo momento molto male, ricomprandosi la Barbie e chiudendosi in bagno per mezz'ora, almeno cinque volte al giorno, fino a che incontra il suo primo amore una bellissima donzella Irlandese di nome Mezza O'Calzetta che però lo abbandona dopo cinque mesi di sesso sfrenato e continuativo dicendo "ho bisogno di un po' di riposo".
Piedi cade nella più cupa disperazione e si butta corpo ed anima sul lavoro tentando un giorno il colpaccio. Aveva infatti organizzato una spedizione di quella che lui e Ivan definivano "roba gommosa che fa bum", ma gli mancava il corriere. Decide allora di evitare costi inutili e si infila nelle mutande 500 Kg di prodotto travestendosi da Sbirulino per una serata di beneficenza a Manhattan. Il problema sorse quando la Mondaini, invitata alla stessa festa, lo scorse e lo denunciò per plagio. Venne quindi scortato dalla polizia al distretto, dove scoprirono ben presto il suo carico.
I poliziotti stavano ancora stabilendo la natura di quella strana sostanza che Piedi si ostinava a definire "imbottitura", quando un poliziotti saltò in aria tentando di farsi una canna.
Venne subito spedito ad alcatraz. Riuscì però a conservare un po' della sua merce ed una sera, molto scocciato dal menù della cena, fece saltare in aria tutti i cessi del carcere usando come miccia un po' di carta igienica, causando così lo scompiglio. Nel bailamme generale riesce ad uscire indisturbato da quel luogo ameno.
Piedi riesce a tornare in Irlanda con un volo diretto per Cuba.
Tornato si annoia: la sua assenza ne ha causato l'estromissione dalla fiorente attività con Ivan (peraltro assente, dicevano fosse trattenuto in un posto chiamato Lubjanka), ha soldi in abbondanza e non ha più motivo di lavorare. Si mette così in cerca di nuovi stimoli, pur organizzando sempre dimostrazioni pratiche per il padre di Ivan.
Incontra allora un impresario che lo aiuta a riaccostarsi al suo primo amore: la velocità
Ecco che vediamo il primo contatto di Piedi con la monoposto. Superata qualche difficoltà iniziale, riesce a vincere il campionato grazie ad un misterioso propellente che la Nasa stava studiando.
A fine campionato Piedi decide di lasciare il mondo delle corse: pensa che vincere così è troppo facile!

6 LA DISGRAZIA
Piedi a questo punto decide di darsi a qualcosa di più impegnativo e si compra una confezione di formula de'. Impiega 8 anni per imparare le regole del gioco, ma alla fine ottiene ottimi risultati, dimostrati dall'ultimo campionato.
Il resto è storia………..

Nedstat Counter

Back to FormulaDé Magazine Italia