Make your own free website on Tripod.com

IL CECCHINO DIETRO L'ANGOLO

Rivista plurigiornaliera gratuita e finanziata dal Governo Curdo, di informazione culturale, aggiornamento mortuario per il
distretto di Dublino, ed interventismo(*).

IMMAGINI DEL TRIONFO


"Il nostro eroe ce l'ha quasi fatta": così esclamava il Presidente della C.A.U.S.A. (Cecchini Armati
Uniti e Solidali contro gli Anglosassoni). "Finalmente il bravo Piedi è riuscito a vincere due gran premi di fila, portando così
alla luce prima di tutto la sua gran classe, la sua determinazione ed il suo naturale talento. Soprattutto ha dato la possibilità a
noi Irlandesi di farci sentire anche in questo campo: GRAZIE DI CUORE PIEDI, mi sento di doverti commossi e sentiti
ringraziamenti da parte della C.A.U.S.A. e di tutto il popolo ultimamente oscurato dall'imperante inglese ! (Du Demon Hill ndr)"
Queste le pacate, ma al contempo soddisfatte parole, che il Presidente ha speso nei confronti di quella che ultimamente si
può definire una vera e propria rivelazione in campo automobilistico e sportivo. Ma ora analizziamo la gara e per coloro
che non hanno la televisione rendiamo una breve cronaca di quanto accaduto in Olanda : qualificazioni dominate da Iarniela
Trulli che con un gran colpo di reni (tradotto dal Gaelico: un gran colpo di culo) riusciva a strappare la pole position ad un
grandissimo Piedi Irvine che doveva nel contempo difendere la sua seconda posizione da un insidioso e viscido Gian Alberto Fisichella.
Il nostro mitico parte quindi in seconda posizione e già all'uscita della prima curva spende generosamente per il popolo risorse
ed energie affrontando la prima variante in quinta marcia e spiattellando il giusto le gomme dosando perfettamente
l'accellerazione della sua Ferrari : è questa la mossa che porterà la nostra bandiera in testa alla gara per tutto il primo giro. Dopo un cambio gomme effettuato eccellentemente dai meccanici della Ferrari, incitati (tradotto: frustati) dal proprio Team manager
Jehoun Tonn, riprendeva scattando ed entrando immediatamente in curva, veniva poi insidiato dagli inseguitori che lo
riprendevano solo perchè non sfruttavano la sosta ai box (i codardi), soprattutto dal Grande Traditore (Gian Alberto Fisichella)
che riusciva addirittura a sorpassarlo e da un grande Minkia Kakkinen che svolgeva la sua corsa stranamente in maniera
egregia. La vittoria il nostro orgoglio la otteneva con una grande manovra tattica, dopo che Fisichella non riusciva ad entrare
nell'ultima curva frenando perchè gli si era appiccicata la cicca sul pedale e dopo che un'incompetente Iarniela Trulli ingolfava
il motore sul rettilineo d'arrivo. Spettacolare gara insomma, nonostante la scialba partecipazione dei corridori più o meno
occasionali che solo talvolta si fa più viva. Piedi Irvine intervistato dal nostro inviato in Olanda commentava "Sono
profondamente insoddisfatto dal comportamento di Du Demon Hill, anzi lancio un appello disperato anche ai suoi tifosi : durante la prossima gara olandese per favore sequestrategli il pakistano o perlomeno rubategli le cartine !. Non si può correre così, fa
cascare le palle soprattutto a me che sono un membro della C.A.U.S.A. e voglio la lotta. Comunque non tutto il male viene per
nuocere dopotutto questo suo momentaneo annebbiamente cerebrale mi ha permesso di avvicinarmi ulteriormente a lui in
classifica e ora la carogna sente il mio fetido alito sul collo!...Comunque anche il povero Minkia fa tenerezza con i suoi pallidi
tentativi di aggiudicarsi qualche punto mondiale! Spenderei qualche parola a proposito di quanto dichiarato da Gian Alberto, da noiormai soprannominato Il Giuda, che dice di avere visto sventolare le bandiere gialle all'entrata dell'ultima curva: io non ho
visto nulla neanche dietro e avevo gli occhi incollati agli specchietti per controllare lui e Iarniela, comunque in caso di ulteriore
contestazione farò certificare tutto ciò da un Notaio al quale ho casualmente regalato un biglietto per le tribune numerate
proprio in quella curva. Vorrei ancora ringraziare per il sostegno morale tutti i compatrioti e li informo che il mio fondo per l'aiuto alla C.A.U.S.A. sta raggiungendo proporzioni bibliche grazie ai loro versamenti che continuano ad effettuare sul mio
conto corrente segereto in Svizzera. Grazie anche al popolo Curdo e continuate a contribuire!" Piedi continua la sua intervista
in preda ad un, peraltro giutificatissimo, delirio di onnipotenza e il nostro corrispondente viene allontanato proprio mentre il
nostro eroe brucia una bambolina di Du Demon Hill di fronte al santuario allestito nella sua camera d'albergo a Michael
Collins (per gli ignoranti o per chi contrariamente a me non ha visto il film è il padre della lotta armata irlandese). Comunque il
nostro è un grande eroe!!


PIEDI VINCI PER NOI!



*N.B. Gli Irlandesi sono pregati di non sfogliare le ultime due pagine, onde evitare di attivare la bomba carta, gli Inglesi invece
saranno inevitabilmente attratti dal farlo